Archivi del mese: luglio 2011

Tante strade per giocare (n.2) – Appunti

Tante strade per giocare

Tante strade per giocare… alla riconquista degli spazi cittadini!

Continua a leggere

Sotto il cielo di Trieste, Berlino, Vienna e… di Russia! (Un unico cielo… un’unica città!)

•Ed eccoci “a zonzo” per le strade della nostra città… Un bel giro -tra cielo e terra- “in sella” a un razzo oppure seduti in un comodo autobus...  Ripercorriamo così, attraverso la visione di un breve video d’animazione e la narrazione di tre disegni-sequenza, tracce e forme di un percorso immaginativo…

Continua a leggere

Somewhere over the rainbow – appunto

La città dei bambini: Trieste+Vienna+Berlino+Russia (ho ritagliato la città Mosca… mi sono preso libertà interpretativa). Vedremo cosa diranno i bambini il prossimo martedì… (in riferimento all’articolo “Un temporale chiamato immaginazione n.2”)

La via dei bambini

Un “itinerario cittadino” che, partendo dal colle di San Giusto, attraversa il cuore di Cittàvecchia…

“Atelier in Città” è un percorso di esplorazione e progettazione che coinvolge i bambini del Centro Estivo Torcucherna (Scuola dell’Infanzia Torcucherna”). Obiettivo fondamentale dell’atelier è permettere ai bambini un’interazione diretta con gli spazi pubblici della città, accogliendo le loro teorie e la loro progettualità. Un paio di settimane fa le educatrici Maila e Sabrina ci hanno segnalato questo bellissimo “itinerario cittadino”… dove i stretti vicoli e i larghi cortili si alternano… dove si può giocare e correre in tutta sicurezza… (rimando all’articolo: “C’era una volta un gioco”)

Oggi abbiamo messo a disposizione dei bambini sei macchine fotografiche digitali affinchè realizzino, lungo il percorso, una piccola documentazione fotografica…

Dopo una prima fase di “apprendimento” all’uso dello strumento fotografico (molto breve… i bambini di oggi sono in grado di gestire al meglio questa tecnologia!Vedrete in fondo all’articolo!) siamo usciti…

Nell’immagine sotto alcune foto realizzate dai coordinatori del progetto:

Continua a leggere

Un “temporale” chiamato immaginazione… (n.2)

Questa è la nostra città…  Una città immobile, tranquilla e anonima… non sembra viverci nessuno… C’è solo una piccola strada che porta chissà dove…

Un repentino temporale estivo scatenerà l’immaginazione dei bambini e la città acquisterà nuova vita

Innanzitutto, come si prepara un efficace temporale? Ecco tutti gli ingredienti: due semplici “edifici” in polistirene espanso (la città), un telo in pvc trasparente (per rappresentare -a livello visivo e uditivo-  un “cielo temporalesco”), un telo in pvc azzurro sagomato (per rappresentare il mare increspato dal vento) e sullo sfondo… un grande foglio di carta da pacco bianca…

Continua a leggere

Un “temporale” chiamato immaginazione…

E’ da un guizzo immaginativo – rapido e dirompente quanto un temporale estivo – che ha origine una storia…