Un salto indietro, un salto avanti!

La foto (in alto) ci è stata gentilmente concessa da nonna Annamaria.

Un appuntamento molto importante…

Oggi sono venute a trovarci tre splendide nonne: Annamaria, Luisa e Lucia… Grazie a loro abbiamo riscoperto i meravigliosi giochi senza tempo! Giochi che attraversano il tempo senza “rompersi” (…perchè son fatti di niente!), giochi che non smettono mai di divertire… perchè sempre diversi…  Qualcuno di voi dirà: “Ah! Ma state parlando dei giochi di una volta!” Nulla di più sbagliato. I giochi di una volta, come dice lo stesso nome, si giocano una volta sola. Poi si accantonano o si buttano… Non vi ricordano tanto i giocattoli d’oggi? (articolo di riferimento qui)

Un bambino (parlando di “giochi e giocattoli”): “…in un negozio ho visto un giocattole che…. era una macchina con i pulsanti…”

Una nonna: “Ai miei tempi i giocattoli non si compravano nei negozi. Costruivamo tutto. Dalle bambole alle capanne… Io abitavo in un paese, in campagna. C’erano molti spazi per giocare…”

Noi: “E voi bambini… costruite i vostri giocattoli?”

I bambini: “Siiii… Nooooooooooooooooooo!Cheeeeeee?”

L’altra nonna: “Io invece sono cresciuta in città… ho portato qui con me un gioco molto semplice e divertente…” (nella foto in basso)

Questo “giocattolo” cattura l’attenzione dei bambini… tutti si mettono in fila per giocare…

Tutti i giochi presentati, anche quelli governati da regole ben precise, offrono infine possibilità… La “Campana”, per esempio, può rappresentare un percorso libero… da disegnare/praticare come meglio si crede…

Questi giochi permettono ai bambini di accendere il motore della fantasia, dell’immaginazione

Noi: “Mostriamo alle nonne il gioco che abbiamo inventato!Scendiamo nella piazzetta!” (foto in basso)

I bambini: “Questo è il gioco del sentiero che porta all’albero!”


Le nonne si lasciano coinvolgere nel gioco… subito ne trovano uno da fare!(foto in basso)

Un bel esempio di gioco… senza tempo!

C’è anche qualche bambino che decide di disegnare un nuovo percorso… (foto in basso)

I bambini attraversano la città, giocano, “lasciano” i loro disegni… le loro tracce… e la città si arricchisce, simbolicamente, di un grande regalo…

Una risposta a “Un salto indietro, un salto avanti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...